martedì 9 ottobre 2007

lunedì 20 agosto 2007

Le ragioni di una scelta

Ciao Ragazzi,
se leggete questo blog, ancora, che non ho intenzione di chiudere, vi volevo dire perché lascio la scuola. Il motivo principale è la mancanza di certezze e di prospettiva. Non solo economica. Per fare l'insegnante esiste nel nostro martoriato Paese un sistema così arretrato e farraginoso che sarei dovuto rimanere nell'incertezza per molti anni. Avrei dovuto frequentare a pagamento la scuola di specializzazione SSIS di Modena, per due anni, dare 29 esami, per poi non poter rientrare nelle graduatorie che si chiamano "ad esaurimento" che sono state dichiarate chiuse. Mi si prospettava un futuro da precario sottopagato. Non mi andava di scendere a compromessi, di piegarmi ad un sistema così ingiusto. Siccome ho sempre lavorato sodo, studiato, per mettermi nelle condizioni di poter scegliere, ecco che mi si è presentata un'ottima occasione di lavoro in un'azienda di sviluppo software con la possibilità di avere un contratto a tempo indeterminato in appena un anno e senza essere disoccupato nei mesi estivi. Sarei stato uno sciocco a non accettare. Ho la dimostrazione sulla mia carne che l'impegno paga. E' veramente libero, anche economicamente solo chi si mette, studiando e impegnandosi duramente a fondo, nelle condizioni di poter scegliere. Ho spedito solo 5 curricula per cambiare lavoro. Con i colleghi e con gli alunni mi sono trovato molto bene, il rammarico grande di non rivederli a settembre c'è. Auguro a tutti voi un futuro luminoso, sperando, con il lavoro, di migliorare questa povera Patria così malridotta. Ragionate sempre con la vostra testa, non piegatevi a compromessi e date sempre il 200% con tutti i prof. anche quelli che vi stanno antipatici e di cui non vi piace la materia. Il lavoro che fate adesso vi ripagherà, magari a 40 anni.
P.S. Il blog e il forum non li chiudo, nei limiti di tempo cercherò di seguirli.
Un abbraccio virtuale.

Post modificato

mercoledì 18 luglio 2007

Una petizione per il futuro dell'ITALIA

Già raggiunte 500 firme in meno di una settimana.

Alla cortese attenzione
del Ministro della Pubblica Istruzione – On. Giuseppe Fioroni
del Viceministro della Pubblica Istruzione – On. Mariangela Bastico
del Sottosegretario di Stato alla Pubblica Istruzione – On. Gaetano Pascarella
del Capo del Dipartimento per l’Istruzione – Dott. Giuseppe Cosentino
del Direttore generale degli Ordinamenti Scolastici – Dott. Mario Giacomo Dutto
dell’on. Pietro Folena – presidente della VII Commissione (Cultura, scienza e istruzione) della Camera dei Deputati
della senatrice Vittoria Franco – presidente della VII Commissione (Istruzione pubblica, beni culturali, ricerca scientifica, spettacolo e sport) del Senato della Repubblica

Spettabili,
questa petizione nasce dall’esperienza concreta di insegnamento da parte di molti docenti nella scuola secondaria superiore italiana.
Vorremmo chiedere al Governo Italiano e al Ministro della Pubblica Istruzione, On. Giuseppe Fioroni, che venga abolito il sistema dei debiti e dei crediti, la cui introduzione ha costituito un grave danno per la scuola italiana, con pesanti ripercussioni su tutto il sistema formativo ed educativo del nostro Paese. Chiediamo che venga altresì ripristinato l’esame di riparazione a settembre, in modo da evitare che alcune materie vengano trascurate di proposito dagli studenti fino al loro totale abbandono, e in modo da consentir loro di recuperare le carenze nelle varie discipline (anche se nella maggior parte dei casi il recupero è difficile e parziale). La normativa relativa ai cosiddetti debiti formativi premia coloro che si dimostrano del tutto refrattari allo studio e all’impegno, mettendoli spesso sullo stesso piano di chi non ha contratto debiti, demoralizzando chi ha voglia di fare e distruggendo il senso della meritocrazia con il suo esatto contrario. Lo scandalo nazionale delle promozioni con debito si traduce in incompetenza diffusa, arroganza degli allievi e demoralizzazione del corpo docente. La reintroduzione del sette in condotta (al fine di non ammettere alla classe successiva chi si macchia di comportamenti inopportuni a scuola), inoltre, permetterebbe di ridare dignità all’istituzione scolastica, che oggi appare così bistrattata agli occhi dell’opinione pubblica. I piccoli cambiamenti che chiediamo non comportano costi per i cittadini, ma produrrebbero molti frutti nel tempo. I giovani sono il futuro, non giochiamo al ribasso con le loro vite!

Con i più cordiali saluti.

I sottoscrittori:
http://www.petitiononline.com/nodebiti/petition.html

lunedì 9 luglio 2007

Futuro Fantastico

Un po' di futuro non fa mai male. Guardate questo video su Microsoft Surface
Telecamere, RFID, WiFi in un tavolo che va dai 5.000 ai 10.000 $



Un altro video da youtube

sabato 7 luglio 2007

BUONE VACANZE!

E così sono finiti anche gli esami. TUTTI PROMOSSI. Auguro a tutti BUONE VACANZE!
Non lo so se ci rivedremo a settembre con quelli della nuova V A. In ogni caso vi auguro di cuore tutto il bene di questo mondo. Mi troverete per qualche giorno a girare nella città di questa foto.
(Per chi è bravo in rete e scopre che città è, lo dice sul forum, gli metto un + virtuale!)
Adios chicos!

sabato 9 giugno 2007

Informatici classe V A - mercoledì 13 - ore 8:30

Ci vediamo alle otto e mezza di mercoledì mattina per la consegna e la spiegazione della II prova. Intanto provate da soli a fare i temi d'esame degli anni passati. Ripassare i programmi di sistemi e informatica. Quella mattina chiariremo eventuali dubbi.